No alle improvvisazioni

Improvvisarsi chef e proporre al vostro amico peloso un piatto di succulente lasagne può essere una buona idea solo se rimane isolata: i cani non hanno bisogno delle stesse quantità di cibo e nutrienti di noi umani e, per questo, chi pensa di fare cosa gradita proponendo al suo animale i nostri pasti, sbaglia.

Non solo: la dieta del cane necessita di alcuni alimenti piuttosto che altri in base alla sua età e alla razza, ed ha bisogno quindi di essere studiata mettendo da parte le improvvisazioni.

L’importanza del calcio

Per i nostri amici cani, siano essi di taglia piccola o dei giganti, il calcio è un nutriente essenziale per la formazione e la robustezza delle ossa, da introdurre nell’alimentazione nelle giuste dosi. Infatti, come per ogni nutriente, mai esagerare: l’assunzione eccessiva da parte di questi pelosi a quattro zampe di calcio, soprattutto se si tratta di animali giovani, può portare a un ispessimento delle articolazioni che comprometterebbe la formazione cartilaginea, generando anomalie a livello osseo. Al contrario, cani carenti di calcio possono soffrire di ossa e denti fragili. Attenzione al giusto equilibrio!

Il potere della carne

Il cane, per sua natura, è un animale prettamente carnivoro: la carne è per lui un alimento base nella formazione dei tessuti muscolari, grazie al generoso apporto nutrizionale di proteine, grassi e vitamine. Si consiglia la somministrazione della carne, sia essa bianca o rossa, comunque cotta, per eliminare il rischio proveniente dai parassiti che con le alte temperature della cottura vengono annientati e distrutti. Attenzione però: carne assolutamente sì, ma non solo!

Desideri una consulenza specifica per la dieta del tuo cane, contattaci è avrà rispose concrete per la salute del suo cane.